Free-to-play: un cancro da estirpare

Maramao i free-to-play… che zozzeria sono. Pensate che sono un gattaccio troppo cattivo? Forse, ma nella mia testolina fatta di palle di pelo e consistente materia grigia non posso che pensare ai free-to-play come una delle cose peggiori dell’industria dei videogiochini. Perché? Perché per dindirimiao: free-to-play non fa rima con qualità! Free-to-play? E stigatti! Sì, sì e ancora sì, a-mici, io ce l’ho con i free-to-play. La filosofia alla loro base mi provoca conati di vomito, costri...
Altro