Fearmonium arriva su console l’8 dicembre!

Nota: comunicato tradotto con ChatGPT. Potrebbe contenere errori.

L’editore indie, Ratalaika Games, insieme a RedblackSpade, annunciano l’imminente uscita il 8 dicembre 2023 di Fearmonium, un bellissimo gioco psichedelico di tipo Metroidvania che presenta molti temi psicologici. Disponibile su PlayStation 4, PlayStation 5, Microsoft Xbox One, Xbox Series X|S e Nintendo Switch, Fearmonium ha molti elementi distintivi, uno dei quali è il suo design: grafica, programmazione, game design e altro ancora sono tutti realizzati da una sola persona, Slava Gris.

Il trailer

Il talento di Slava Gris, che ha una laurea magistrale in psicologia, è notevole. Una volta che il giocatore si immerge in questo viaggio epico, resterà impressionato dalla sua visione nel trattare la salute mentale.

Dilemma Psicologico + Suspense!

Fearmonium si concentra sul mondo interiore, la mente di un ragazzo di nome Max con una madre infantile e remissiva e un patrigno pazzo che non perdeva occasione per picchiare Max. Il gioco inizia dopo la morte del nonno di Max. Era l’unica persona nella sua famiglia che conosceva cosa sia l’amore e la cura. La depressione ha iniziato a crescere nella mente di Max e alcune nuove fobie hanno cominciato a manifestarsi.

Prenditi cura della tua mente

Fearmonium inizia quando Max visita una fiera in città con la sua ragazza e lei annuncia di trasferirsi in un’altra città, dicendo che devono lasciarsi. Proprio in quel momento, traumatizzato da quel commento, vede un clown che lascia un’impressione indelebile, così è stato creato il nostro personaggio principale – giochiamo come una coulrofobia. Il nostro personaggio si muove nella mente di Max e distrugge tutti i ricordi luminosi e buoni che ha a causa della Signora Depressione. Tuttavia, combattiamo anche con i meccanismi di difesa psicologica di Max: ad esempio, quando il vero Max cerca conforto nei suoi vecchi giocattoli, appare la Regressione (è un meccanismo di difesa dannoso quando una persona adulta finge di essere un bambino). Combattiamo la Regressione e il vero Max smette di nascondersi dai suoi problemi.

Un mondo pazzo? NO?! Le regole del gameplay!

Anche se l’orrore astratto e le idee sul mondo interiore psicologico e gli elementi di gameplay potrebbero sembrare molto cerebrali, Fearmonium presenta superbe sfide, una grande animazione ‘Disney-esca’ e bellissime grafiche disegnate a mano.

Il gameplay offre una grande varietà di oggetti e abilità d’attacco! Lanciare clown, usare i vecchi giocattoli di Max e persino alcuni boss diventano abilità. Dopo aver sconfitto un boss, otterrai una nuova abilità e potrai procedere ulteriormente.

Slava Gris, l’uomo dietro Fearmonium, è stato presente per spiegare brevemente due delle sezioni/impostazioni del gioco.

La prima sezione è il ricordo di Max di una fiera in città. I nostri nemici sono i suoi ricordi luminosi di questo giorno – alcuni artisti e maghi che gli piacevano. Tuttavia, nello stesso giorno, Max ha visto uno spettacolo di marionette e una pupafobia (fobia delle bambole) ha cominciato a crescere nella sua mente. La pupafobia è il primo boss.”

“La quarta sezione è la scuola stessa, affrontiamo tre ragazzi che hanno confuso la mente di Max in un unico enorme mostro. La fobia dovrebbe essere più spaventosa di una paura oggettiva. Batteremo questi ragazzi e una scena tagliata mostra che Max smette di aver paura di questi bulli e cerca di reagire. Questo gli aiuta a guadagnare autostima.”

Caratteristiche

Animazione realizzata fotogramma per fotogramma.

15-17 ore per completare il gioco.

Una mappa enorme della coscienza di Max, intessuta da immagini astratte e ricordi semi-dimenticati.

Nemici memorabili, le cui immagini riflettono ciò che Max ha visto nel mondo reale.

Indizi dalla Signora Depressione.

Battaglie con attacchi combinati e una varietà di abilità uniche.

La risposta alla domanda: una fobia causa sempre danni irreparabili, o può la sua presenza cambiare la vita in meglio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.