Il futuro della realtà virtuale è nei sogni lucidi?

Tra PlayStation VR, Oculus Rift, HTC Vive e dispositivi annessi, oggigiorno non si fa che parlare di realtà virtuale. Lunedì lo abbiamo fatto anche noi, con la Triforza di Matsu. Ma il futuro della realtà virtuale sta davvero in invasivi caschi da metterci in testa? Poffarmiao no! E in quanto gatto, direi che per me risulterebbe alquanto problematico indossare uno qualsiasi di questi visori. Niente paura, amici gatti miei, perché la soluzione è già tra noi ed ha un nome: sogni lucidi.

Gatto realtà virtuale oculus
Non mi ci vedo, decisamente no

La realtà virtuale del futuro è già qui

Suona un po’ come “i videogiochi di oggi sono il cinema di domani”, ma che ci devo fare se il mio istinto felino mi permette di vedere cose che sfuggono alla normale percezione umana? Le persone spesso non si accorgono di come ciò che cerchino esista già, perché non sanno dove cercare. Per quanti anni i videogiocatori di tutto il pianeta hanno fantasticato sulla realtà virtuale? Il 2016 sembra l’anno che concretizzerà questo sogno… ma mao mao, quel che vedo io è una tecnologia appena abbozzata.

È questo il futuro?
È questo il futuro?

La realtà virtuale deve restare un sogno e, mi cadesse un baffo, sono sicuro che il futuro di questa tecnologia mi darà ragione. Non c’è bisogno di visori per immergerci in mondi immaginari, è sufficiente una piattaforma naturale: la nostra mente. Sì, anche quella di un gatto come me. Un gatto speciale, ovviamente. Animali e umani sognano continuamente. E cosa sono i sogni se non avventure in realtà virtuali? E se potessimo controllare questi sogni e plasmare a piacimento queste realtà semplicemente dormendo? Moao: la buona notizia è che possiamo!

Sogno o son lucido?

Se nel 2016 non avete ancora sentito parlare di sogni lucidi, beh, significa che siete rimasti un po’ indietro. Che cos’è un sogno lucido? In pratica è quando il sognatore si accorge di essere in un sogno. Questa consapevolezza gli permette di modellare più o meno drasticamente il tessuto del sogno stesso. Sembra che ci sia addirittura chi riesce a fare quasi tutto ciò che vuole: volare, lanciare onde energetiche, costruire mondi fantastici, viaggiare nello spazio e, sì, magari far comparire qualche bella gattaccia dal pelo liscio e vellutato. Ma come si fa a far diventare lucido un sogno? Per mewo, è difficile, molto difficile. Ci sono diverse tecniche e perdere il controllo del sogno è facile, ma questa non è la sede appropriata per parlarne.

Verso l'infinito e oltre!
Verso l’infinito e oltre!

Quello che mi preme discutere è la possibile implicazione che i sogni lucidi potrebbero avere sul mondo dei videogiochi. Assurdo? Non proprio. Certo, ora come ora si tratta di un’ipotesi ancora più acerba dei ormai prossimi visori, ma le prospettive sono decisamente allettanti. L’induzione dei sogni lucidi è un argomento studiato attraverso diversi esperimenti, quindi non mi stupirebbe se in futuro il processo potesse avviarsi efficacemente tramite una stimolazione esterna alla propria mente. Magari basterà una pillola rossa per entrare nel Matrix.

the-matrix-red-pill-or-blue-sogni lucidi realtà virtuale

Una realtà virtuale personalizzata

Il mio pelo è rizzato, la mia coda trema, i miei baffi vibrano nell’aria, la coscienza del sogno aprirebbe le porte a una realtà virtuale totalmente alla mercé del sognatore. Un parco giochi il cui unico limite sarebbe la fantasia dell’utente. Come già succede normalmente quando sogniamo, le sensazioni risulterebbero spaventosamente veritiere. Potremmo toccare, vedere, sentire e provare emozioni proprio come se le vivessimo sul nostro pelo. L’unico problema è che il sognatore si ritroverebbe ad essere sia giocatore che sviluppatore e narratore e regista e… eccetera, eccetera, eccetera. Diventeremmo come dei.

Mi piace dunque pensare che oltre a questa sorta di modalità libera completamente modellabile dal giocatore, la scienza trovi un modo per creare dei paletti ai sogni. Qualcosa che li renda più simili a un videogioco dei giorni nostri. Mao, immaginate insomma che gli sviluppatori riescano a creare dei mondi con i propri personaggi e le proprie regole a cui gli onironauti possano accedere attraverso un sogno lucido. Forse si renderà necessario l’aiuto di una macchina esterna da collegare al proprio corpo, forse di soluzioni poco invasive gli umani non le troveranno mai, forse il multiplayer online del futuro sarà solo un sogno collettivo, chi può dirlo? Ciò che so è che dormire è bellissimo e noi gatti lo sappiamo bene (accimiao, mi è già venuto sonno).

Sogno un mondo di sognatori, sogno un mondo dove ogni notte i sogni diventino realtà (virtuale).

Fantascienza? Io non credo. Buona notte e sogni lucidi.

Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni”.

LEGGI ANCHE
I videogiochi sono arte? A lezione di filosofia con Joker
La realtà oggettiva dei voti è un’illusione

2 pensieri su “Il futuro della realtà virtuale è nei sogni lucidi?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.